Consigli su libri da leggere durante l’emergenza Covid-19 (terza parte)

Consigli su libri da leggere durante l’emergenza Covid-19 (terza parte)

Ecco a tutti nostri lettori, altri consigli di libri da leggere durante la Fase 2.

Le prime letture sono indirizzate a far riflettere e prendere consapevolezza di sé e del periodo che stiamo vivendo. Mentre Mario Talli consiglia due libri che, in modi diversi, ci fanno evadere.

Buona lettura.

 

Riconnettersi con la natura

Pierfrancesco Grasselli, autore di Sempre meglio che lavorare, consiglia:

Walden ovvero la vita nei boschi” di Henry David Thoreau

 

Fra i libri che mi sembrano opportuni in questo momento storico, consiglierei il Walden – La vita nei boschi di Thoreau, un libro perfetto per riflettere sui controsensi della nostra società, per mettersi in discussione e, quando ci saremo lasciati alle spalle tutto questo, per ripartire un po’ più consapevoli, coerenti e sereni. È un libro che scardina molte ipocrisie e che per me è stato prezioso, un ottimo punto di partenza ai fini di un rinnovamento personale e sociale.

 

Riconnettersi con se stessi

Laura Monteleone, autrice di Nidi di periferia, consiglia:

Lasciarsi andare” di Alice Munro

Solo bagaglio a mano” di Gabriele Romagnoli

 

Lasciarsi andare di Alice Munro è una raccolta di racconti molto rappresentativi di questa autrice canadese. I protagonisti di queste storie vivono un forte disagio esistenziale, che deriva da situazioni personali vissute come vere e proprie prigionie. La Munro ha una capacità incredibile di raccontare i sentimenti e le sensazioni dei personaggi che sceglie, attraverso descrizioni insolite di una quotidianità apparentemente scialba e insignificante. Queste descrizioni si trasformano in meccanismi rivelatori, che innescano riflessioni profonde sulle relazioni umane.

Solo bagaglio a mano di Gabriele Romagnoli, una raccolta di pensieri che l’autore sviluppa durante un vissuto tutt’altro che ordinario. Romagnoli partecipa a un rito sperimentale durante un viaggio in Corea: farsi chiudere in una bara simulando la sua stessa morte. La narrazione ripercorre i pensieri che questo stato di attesa, in uno spazio così confinato, ha provocato nell’animo dello scrittore. Si scopre un bisogno di libertà, specialmente dagli ingombri inutili di cui siamo “seppelliti” nella nostra esistenza, che indirizza l’umano a una nuova consapevolezza, a una rinascita possibile.

 

Leggere per evadere e conoscere

Mario Talli, autore de Il ragazzo del secolo breve, consiglia:

Storia della P 2” di Alberto Cecchi

Assassino al comitato Centrale” di Manuel Vàzquez Montàlban

 

In questi giorni alterno la lettura di due libri. Uno – “Storia della P 2” di Alberto Cecchi – è in realtà una rilettura e non ha nulla a che fare con l’emergenza che ci affligge. L’altro è “Assassinio al Comitato Centrale” di Manuel Vàzquez Montàlban, che ho in casa da diversi anni e non avevo ancora letto. La lettura di questo libro può forse servire per alleggerire il peso di queste giornate.

 

Vuoi leggere i nostri consigli di lettura sui classici? Clicca sul link.

Oppure cerchi consigli su libri da leggere per comprendere come sta cambiando il nostro mondo? Clicca sul link.

Consigli di lettura durante l'emergenza Covid-19 (seconda parte)

12 Maggio 2020