Quando è nata la democrazia in Italia? Con questa domanda impressa nella mente, ricerchiamo le testimonianze, i pensieri e racconti delle personalità che hanno costruito le basi della democrazia italiana con le loro azioni e il loro esempio.
Abbiamo scelto autori attivi in un lasso temporale definito: dagli arbori del fascismo, nei primi anni ’20 del Novecento, fino al 1943, data della fondazione della repubblica di Salò.
L’interesse per questo periodo risiede nella prolifica letteratura degli oppositori al fascismo, non solo partigiani, ma soprattutto quelli della prima ora. Coloro che, ancora prima della guerra, osteggiarono il regime e che con le loro memorie ci aiutano a ricordare l’importanza dell’azione, oltre che della riflessione.
Recuperare la memoria in un’epoca, come quella attuale, di relativismo e minimizzazione storica è diventato un diktat morale per chiunque si stia cercando di promuovere la cultura del rispetto, oltre che essere essenziale nutrimento delle nostre menti.

Visualizzazione del risultato